Quella notte

Non dormii, non avrei potuto. Camminai. Sì, camminai a lungo. Camminai e nulla più. C’era solo il rumore dei passi, i miei. Mi ricordo ancora chiaramente quel ritmo che a tratti sembrava sconnesso e a tratti deciso. Per me aveva…

Time to change

Just Rob, Time to change
Alle volte dobbiamo lasciarle andare, le persone intendo, e non possiamo davvero far nulla per trattenerle accanto a noi. Possiamo dar loro solo una buona ragione per tornare, se una ragione per tornare c’è. Dirlo è semplice, e forse addirittura…

Ground zero

Lunedì ho pianto. Ero felice. Così s’è concluso il mio ultimo post. Stamani sorrido, invece, e non ho nulla da nascondere. Sono giorni sereni, questi, e la fierezza con cui posso dirlo mi riempie il cuore di gioia. Londra mi ha…

Nell’attesa…

Premessa: solitamente il primo post che scrivo dopo essere tornato in Italia ha sempre un sapore un po’ amaro. Stavolta, aldilà del sapore, la pietanza direi che è semplicemente difficile da digerire. Non vi racconterò nulla di Londra, non adesso almeno,…

Silenziosi significati

La notte è stata movimentata. Silenziosamente movimentata per essere precisi. Calma calma, niente sesso. Non stanotte almeno. Stanotte ero l’antitesi stessa del dinamismo fisico, e se qualcuno avesse potuto osservarmi gli sarei sembrato non così dissimile dalle statue dei Re…